sabato 4 giugno 2016

Zanzare e politica locale: come risolvere il problema? Con una seconda palude a Buzzano ?

Protesta in questi giorni a causa dell'infestazione da zanzare che affligge parte del paese, a nord.
Fenomeno che si ripete da anni, più o meno accentuato, richiede inevitabilmente ripetute  disinfestazioni (non salutari neanche per l’uomo), ma il problema necessita di una soluzione all'origine, strutturale.
Fondamentalmente, la proliferazione abnorme degli insetti deriva dal degrado dell'area che sta tra via Alfredo Di Dio e via Monte dei Pini, dietro al nuovo centro raccolta rifiuti. Un acquitrino innaturale di circa 10.000 mq. che si forma nel periodo delle piogge autunnali o primaverili e che per tutto l'anno è fonte di gravi disagi.
All'origine le opere fognarie comunali dell'anno  2004 che hanno alterato il naturale deflusso delle acque.
Quando l'acqua si prosciuga rimane una landa desolata , uno stagnetto puzzolente e quello che fu un bosco è divenuto il regno di sterpaglie secche e putrescenti, alberi morti, un paesaggio di desolazione (VIDEO).

Scrisse l’ASL invitando il Comune a risolvere il problema:
Nell’anno 2008: “… Si ritiene che nell’immediato occorra provvedere ad una bonifica della zona con prosciugamento delle acque stagnanti e interventi di disinfestazione secondo le direttive..." 
Nell’anno 2014: “…è stato effettuato un sopralluogo da parte del personale tecnico di questo Distretto in data 25/8/2014, rilevando condizioni di invivibilità e forte disagio dei residenti, ....ecc.” 
Tutto inutile, la passata Giunta (Dott.ssa Bordoni) aveva promesso l’intervento in campagna elettorale 2009 ma non se ne fece nulla, l'attuale Sindaco (Ing. Corbo) parrebbe intenzionato ad intervenire nei prossimi anni. Sono stati previsti 220.000 euro di investimento nel bilancio anno 2017 per la “Riqualificazione zona via Monte dei Pini” ma in Comune non esiste ancora un  progetto. 

Noi abbiamo più volte sollevata la questione in Consiglio Comunale, proponemmo anche un progetto in campagna elettorale, lo ritenemmo e lo riteniamo una priorità.

Foto e VIDEO dei luoghi nella stagione estiva, la situazione in vari  momenti.

Nel frattempo però il Comune, con una spesa di 850.000 euro e con l'innalzamento di un argine, ha creato le condizioni per la formazione di un altro acquitrino a monte (a Buzzano, Via Arianna) dove trattenere parte delle acque ma che DICHIARATAMENTE NON RISOLVERA’ IL PROBLEMA A VALLE.
E’ prevista la fine lavori in questo mese di giugno 2016 e toneremo sul tema.
Buzzano, Via Arianna
 
Buzzano, Via Arianna