domenica 9 ottobre 2016

Da "La Prealpina" la conferenza di Magdi Allam su Islam ed immigrazione.

La conferenza si è tenuta venerdì scorso, 7 ottobre, in Sala civica. Per la cronaca completa rinviamo alla lettura dell'articolo del giornale a firma Gabriele Ceresa. Solo a complemento riportiamo alcuni ulteriori punti significativi toccati dal giornalista e che a nostro parere aiutano un'analisi lucida che stimola riflessioni.
La prospettiva demografica/statistica. Se non ci sarà un 'inversione di tendenza, alla luce delle nascite di bambini da famiglie italiane (ormai 1,3 nascite per coppia) entro il 2050 solo il 20 percento della popolazione attiva in Italia sarà italiana e di conseguenza la società italiana è destinata a scomparire, persistendo l'attuale politica.

L'immigrazione irregolare e clandestina
è pilotata dagli interessi della grande finanza mondiale che notoriamente bada da sempre e prioritariamente alle rendite proprie, ove i governi nazionali (come il nostro Renziano) sono l'ultima ruota del carro.

Indipendemente dalla religione, le singole persone possono essere di animo buono o meno, ma il punto sta nelle basi fondanti delle religioni. Per l'Islam, religione e Stato coincidono mentre la nostra società, frutto  dell'evoluzione illuministica, è uno Stato laico, dove la religione (o le religioni) vi convive ma ma le sue regole non possono e non devono coincidere con quelle della società civile.
Presenti tra il pubblico numeroso anche il Sindaco ing. Corbo ed alcuni Assessori tra i quali l'Assessore Clementina Giudici, citata nell'articolo de "La Prealpina".