venerdì 30 giugno 2017

Anche a Besnate collocati richiedenti asilo.

Nella seduta di Consiglio comunale del 7 giugno scorso veniva comunicata una spesa di 20.000 euro per un IMPRECISATO progetto di riqualificazione (l'ennesimo) dell'immobile comunale di Via Mylius
(quota parte del piano di investimenti per complessivi 545.000 euro, compresa area feste, delibera che noi Indipendenti bocciammo).   
Potremmo sbagliarci ed essere smentiti ma "A pensare male si fa peccato, e spesso ci si azzecca" affermava il famoso Giulio buon'anima, e ne spieghiamo perchè.
Veniamo oggi a conoscenza che sono stati collocati a Besnate 15 richiedenti asilo, su ordine del Prefetto, AD APPARENTE INSAPUTA dell'Amministrazione Comunale.




 Questo cita il Bando besnatese:
 " SI INFORMANO I CITTADINI CHE IL PREFETTO DOTT. GIORGIO ZANZI, IN DATA 27 GIUGNO 2017, HA TELEFONICAMENTE COMUNICATO AL SINDACO CHE SAREBBERO STATI COLLOCATI, A SEGUITO DI BANDO PREFETTIZIO, UN MASSIMO DI 15 RICHIEDENTI ASILO SUL TERRITORIO DI BESNATE, GESTITI DALLA COOPERATIVA SOCIALE VERSO PROBO......."

SI INFORMANO I CITTADINI CHE IL PREFETTO DOTT. GIORGIO ZANZI, IN DATA 27 GIUGNO 2017, HA TELEFONICAMENTE COMUNICATO AL SINDACO CHE SAREBBERO STATI COLLOCATI, A SEGUITO DI BANDO PREFETTIZIO, UN MASSIMO DI 15 RICHIEDENTI ASILO SUL TERRITORIO DI BESNATE, GESTITI DALLA COOPERATIVA SOCIALE VERSO PROBO.
I RICHIEDENTI ASILO NELLA STESSA DATA HANNO RAGGIUNTO L’IMMOBILE INDIVIDUATO DALLA COOPERATIVA, SENZA CHE FOSSE DATA COMUNICAZIONE ULTERIORE.
SI INFORMANO I CITTADINI CHE IL PREFETTO DOTT. GIORGIO ZANZI, IN DATA 27 GIUGNO 2017, HA TELEFONICAMENTE COMUNICATO AL SINDACO CHE SAREBBERO STATI COLLOCATI, A SEGUITO DI BANDO PREFETTIZIO, UN MASSIMO DI 15 RICHIEDENTI ASILO SUL TERRITORIO DI BESNATE, GESTITI DALLA COOPERATIVA SOCIALE VERSO PROBO.
I RICHIEDENTI ASILO NELLA STESSA DATA HANNO RAGGIUNTO L’IMMOBILE INDIVIDUATO DALLA COOPERATIVA, SENZA CHE FOSSE DATA COMUNICAZIONE ULTERIORE.
SI INFORMANO I CITTADINI CHE IL PREFETTO DOTT. GIORGIO ZANZI, IN DATA 27 GIUGNO 2017, HA TELEFONICAMENTE COMUNICATO AL SINDACO CHE SAREBBERO STATI COLLOCATI, A SEGUITO DI BANDO PREFETTIZIO, UN MASSIMO DI 15 RICHIEDENTI ASILO SUL TERRITORIO DI BESNATE, GESTITI DALLA COOPERATIVA SOCIALE VERSO PROBO.
I RICHIEDENTI ASILO NELLA STESSA DATA HANNO RAGGIUNTO L’IMMOBILE INDIVIDUATO DALLA COOPERATIVA, SENZA CHE FOSSE DATA COMUNICAZIONE ULTERIORE.
SI INFORMANO I CITTADINI CHE IL PREFETTO DOTT. GIORGIO ZANZI, IN DATA 27 GIUGNO 2017, HA TELEFONICAMENTE COMUNICATO AL SINDACO CHE SAREBBERO STATI COLLOCATI, A SEGUITO DI BANDO PREFETTIZIO, UN MASSIMO DI 15 RICHIEDENTI ASILO SUL TERRITORIO DI BESNATE, GESTITI DALLA COOPERATIVA SOCIALE VERSO PROBO.
I RICHIEDENTI ASILO NELLA STESSA DATA HANNO RAGGIUNTO L’IMMOBILE INDIVIDUATO DALLA COOPERATIVA, SENZA CHE FOSSE DATA COMUNICAZIONE ULTERIORE.
SI INFORMANO I CITTADINI CHE IL PREFETTO DOTT. GIORGIO ZANZI, IN DATA 27 GIUGNO 2017, HA TELEFONICAMENTE COMUNICATO AL SINDACO CHE SAREBBERO STATI COLLOCATI, A SEGUITO DI BANDO PREFETTIZIO, UN MASSIMO DI 15 RICHIEDENTI ASILO SUL TERRITORIO DI BESNATE, GESTITI DALLA COOPERATIVA SOCIALE VERSO PROBO.
I RICHIEDENTI ASILO NELLA STESSA DATA HANNO RAGGIUNTO L’IMMOBILE INDIVIDUATO DALLA COOPERATIVA, SENZA CHE FOSSE DATA COMUNICAZIONE ULTERIORE.
SI INFORMANO I CITTADINI CHE IL PREFETTO DOTT. GIORGIO ZANZI, IN DATA 27 GIUGNO 2017, HA TELEFONICAMENTE COMUNICATO AL SINDACO CHE SAREBBERO STATI COLLOCATI, A SEGUITO DI BANDO PREFETTIZIO, UN MASSIMO DI 15 RICHIEDENTI ASILO SUL TERRITORIO DI BESNATE, GESTITI DALLA COOPERATIVA SOCIALE VERSO PROBO.
I RICHIEDENTI ASILO NELLA STESSA DATA HANNO RAGGIUNTO L’IMMOBILE INDIVIDUATO DALLA COOPERATIVA, SENZA CHE FOSSE DATA COMUNICAZIONE ULTERIORE.

Di eventi AD INSAPUTA sono piene le cronache nazionali; oggi vi annoveriamo anche questa tutta besnatese da cui trarre considerazioni, ciascuno come può o pensa.

Comunque meglio tardi che mai, il Sindaco ha indetto una pubblica assemblea per lunedì 10 luglio 2017 in Sala civica per fornire tutte le informazioni.

Non ci resta che attendere le spiegazioni che non potranno che essere allineate a quelle della politica nazionale in corso, il bla bla bla politico incomprensibile nei fini e per le conseguenze che non condividiamo. 


Consigliere comunale
Camillo Luini

martedì 27 giugno 2017

Referendum per l'autonomi della Lombardia. Quando e come voteremo.

E' partita la campagna di comunicazione istituzionale della Regione per far tornare alle urne i cittadini il giorno 22 ottobre 2017 ad esprimersi sul referendum consultivo per una maggiore autonomia della Lombardia.

Questa mattina sono comparsi i primi manifesti nelle città lombarde che informano sulla data del referendum e invitano la gente a recarsi alle urne per esprimersi per il ‘SI’ o il ‘NO’.


Ci sarà tempo e modo per approfondire l'argomento, cominciamo a dire che ovviamente e da Indipendenti voteremo  SI  ed invitiamo tutti i besnatesi a fare altrettanto.

 

venerdì 9 giugno 2017

300.000 euro per l'area feste. Secondo noi le priorità sono altre.

E' stato presentato nella seduta di Consiglio comunale del 7 giugno 2017  il piano di investimenti per 545.000 euro da appaltare entro la fine dell'anno:
euro 20.000 euro per riqualificazione immobile di Via Mylius (sede di Biblioteca, sala civica, associazioni),
euro 225.000 per manutenzione strade,
euro 300.000 per area feste e sagre all'aperto. 

L'area feste è ancora in fase di definizione e sarà realizzata in Via Gallarate, nell'area di proprietà comunale sottostante alle scuole elementari ed alla palestra. 

Abbiamo apprezzato l'investimento per la manutenzione stradale ma abbiamo espresso la nostra contrarietà al progetto dell'area feste, considerato il costo, perchè le priorità sentite dai besnatesi ci appaiono altre.

Abbiamo bisogno di realizzare una viabilità meno pericolosa con la costruzione di piste ciclabili che dalla periferia portino in centro lungo le vie principali e marciapiedi nel centro del paese che permettano la circolazione in sicurezza dei pedoni e permettano ai besnatesi di spostarsi da un punto all'altro senza ricorrere all'auto. E' necessario rivedere la viabilità per quanto riguarda la circolazione di mezzi a motore. Creando ad esempio sensi unici dove necessario, in modo che si possa ridurre il traffico di auto che attraversano il paese per andare altrove. Queste modifiche alla viabilità ridurrebbero anche la necessità di parcheggi auto in centro in quanto spostarsi a piedi o in bicicletta diverrebbe agevole oltre che piacevole, anche per i ragazzi delle scuole.
Così investiremmo i 300.000 euro disponibili e riqualificheremmo per sempre ed in meglio la vivibilità del paese. 

Un'area feste decentrata (dal costo elevato) ridurrebbe ulteriormente la frequentazione del centro cittadino, togliendo l'indotto alle poche attività commerciali ancora presenti e da non sottovalutare poi i costi ulteriori che il Comune si troverà a sostenere per la manutenzione di tale struttura. 
Eppure il più bel punto del paese dove fare feste è il Centro città e non servirebbero investimenti.

Abbiamo espresso voto contrario alla Deliberazione di Consiglio, 300.000 euro sono una cifra importante per il bilancio del nostro Comune da impiegare per esigenze sentite e più importanti, l'Area feste non è una priorità e può attendere.

Camillo Luini