lunedì 29 ottobre 2018

La resurrezione delle provincie. Il 31 ottobre 2018 si vota per il Presidente ed i consiglieri provinciali.


Le elezioni provinciali 2018 per il rinnovo del Presidente della Provincia di Varese e per il rinnovo del Consiglio provinciale si terranno in un’unica giornata mercoledì 31 ottobre presso il seggio di Villa Recalcati a Varese dalle 7 alle 23.

 Si tratterà di elezioni di secondo livello quindi non parteciperanno tutti i cittadini ma sono chiamati al voto i sindaci e i consiglieri dei 139 comuni della provincia di Varese che dovranno esprimere la propria preferenza per i candidati e le liste in lizza.

Il voto di ciascuno sarà pesato sulla base della dimensione in termini di abitanti del Comune di appartenenza.

Per altre info: https://www.varesenews.it/tag/elezioni-provinciali-2018/

Da consigliere comunale in carica ovviamente vi parteciperò, per dovere di rappresentatività ed esercizio di una funzione, ma non posso sottacere sulle tante contraddizioni che l'iter decennale di quasi abolizione  di questo ente locale ha comportato e prodotto. 


La legge Delrio del 2014, ha trasformato le Province in enti di secondo livello togliendogli la rappresentatività diretta.
Pertanto questi organismi politici adesso saranno composti da sindaci e consiglieri comunali i quali voteranno per scegliere il Presidente ed il consiglio provinciale.

La riforma ha generato problemi rispetto alle competenze,  lasciando alle Province quelle relative a scuole, trasporti, ambiente e territorio e demandando alle Regioni di procedere ad un riordino delle funzioni, ma di fatto ha ridotto la sovranità popolare.

Insomma questi enti locali hanno resistito a tutti i tentativi di farli sparire, tantè che fra qualche giorno, all'insaputa del grande pubblico, torneremo al voto.

Consigliere comunale
Camillo Luini.


giovedì 25 ottobre 2018

Consiglio comunale del 24 ottobre 2018, definiti investimenti per 220.000 euro.

Una seduta breve ma concreta nella quale sono stati definiti gli interventi che dovranno essere appaltati già entro il 31 dicembre 2018.

Ne diamo una sintesi e il commento che abbiamo espresso a riguardo nel corso della seduta di Consiglio.

Sono stati utilizzati fondi per 220.000 euro rivenienti dall'avanzo di amministrazione del bilancio 2017, grazie al  Ministero economia e finanze che il 3 ottobre scorso ne ha dato via libera all'utilizzo con circolare riguardante enti Comuni , Provincie, Città e Metropolitane, purchè destinati ad investimenti.

90.000 euro per impianti di videosorveglianza e controllo accessi al nostro Comune (Via A. Didio, Via Volta/Jerago
/Gallarate, Fontanili all'altezza Via Volpina, Via Libertà (calvalcavia).  Impianto semaforico Via Madonnina, videocamere di controllo per rilievo targhe per bolli / assicurazione regolari e controllo punti abbandono rifiuti.

35.000 euro per segnaletica verticale, sostituzione cestini rifiuti e per raccolta deiezioni animali.

20.000 euro per incarichi professionali per redazione Piano varianti a PGT e Piani urbanistici.

25.000 euro per acquisto automezzo adeguato alle esigenze della polizia locale.

50.000 euro per revisione impianti condizionamento e termoisolamento uffici. Sostituzione tabellone luminoso/display informativo posto davanti al palazzo comunale (costo indicativo 10 - 15.000 euro).


Non abbiamo avuto motivi per criticare le scelte generali su codesti investimenti, fatto salvo per la spesa destinata al tabellone luminoso (che noi avremmo destinata ad esigenze più utili) che ha perso utilità superato ormai da mezzi più moderni per un'infomazione capillare e più dettagliata quali social internet, smartphone, ecc.



Consigliere di minoranza, per l'ultimo motivo che ho illustrato nè avendo la possibilità di diretta partecipazione ai progetti, mi sono astenuto al momento della votazione.

Consigliere comunale
Camillo Luini