mercoledì 1 maggio 2019

Elezioni comunali, ecco chi la spunterà.


Alla fine si confronteranno solo due Liste, quella CIVICA di Govanni Corbo e quella del tutto POLITICA di Marco Bonalli.


Questa è la sostanziale differenza che emerge chiaramente dai due simboli che troveremo sulla scheda elettorale.
Da questo punto parte la riflessione che ci porta a confrontare  il voto alle elezioni politiche a Besnate di un anno fa.


 
La coalizione di Centrodestra (la stessa proposta oggi al paese) raggiunse il 47,90%, mentre la restante parte alimentò altri partiti, PD al 24,25%, cinquestelle al 23,80% e formazioni minori per il 4,05%.



A prescindere dalla qualità dei nominativi candidati (che i besnatesi sapranno certamente soppesare) la differente caratteristica di LISTA CIVICA rispetto a  LISTA POLITICA pare essere la maggiore dedizione della prima verso l'Amministrazione di risorse e problematiche locali rispetto il perseguimento di temi politici generali che caratterizzano la seconda.




Pertanto, a prescindere dai differenti programmi elettorali (che ovviamente andremo in seguito ad "osservare"), alla luce dei numeri del 2018 il ruolo fondamentale che differenzierà il voto sarà il giudizio sul profilo umano, professionale e di credibilità dei candidati, oltre che sulla qualità dell'amministrazione e le relazioni costruite dalla Giunta uscente con la società besnatese in generale.




Indipendenti - Consigliere comunale (uscente)
Camillo Luini